Bad Moon Rising

La Bad Moon Rising Production è un’etichetta indipendente gestita da Lorenzo La Neve, Matilde Simoni, Mattia ‘Drugo’ Secci e Mitja Bichon. Lavorano sia con l’autoproduzione (il loro Bad Moon Rising Magazine è stato candidato al Premio Bartoli 2018) sia con editori. La serie da loro prodotta Stephanie & Louis ha totalizzato più di 250.000 visualizzazioni, ed uscirà raccolta con BeccoGiallo a fine anno.

“Il Baffo” Giulio Mosca

Giulio Mosca, classe 1991, l’autore genovese di “Il Baffo”.

A fine 2016 decide di aprire la sua pagina su Facebook che diventa subito virale; da qui nasce “La Notte dell’Oliva”, un libro che racconta il viaggio di un personaggio che, non senza difficoltà, trova la sua direzione!

Renata Castellani

Savonese, classe 1992, Renata Castellani frequenta la Scuola Internazionale di Comics di Torino. Nel 2014 partecipa ad un concorso di selezione per artisti Panini, che le apre le porte del magazine “Topolino”, su cui debutta nel 2015. Attualmente continua a disegnare per questa storica e gloriosa testata, oltre ad essere diventata copertinista di “PaperFantasy”.

Claudio Chiaverotti

Torinese, classe 1965, inizia a lavorare scrivendo per la serie Sturmtruppen di Bonvi per approdare successivamente alla Sergio Bonelli Editore nel 1989. Per SBE scrive per diverse testate, tra cui Martine Mystère e Zona X, ma è con Dylan Dog che si fa conoscere ed apprezzare dal grande pubblico. Sempre per SBE crea due personaggi, e le omonime serie: Brandon, un cavaliere di ventura che agisce sullo sfondo di un mondo devastato da una immane tragedia, e Morgan Lost, un cacciatore di taglie daltonico specializzato nella cattura di serial killer.

Cristiano Cucina

Esordisce nel 1995 nella serie Examen, su testi di Daniele Brolli, in un episodio che però non fu mai pubblicato a causa del fallimento dell’editore. Nello stesso anno pubblica però un one-shot per Tesauro Editore dal titolo Gunslinger. Tra il 1997 ed il 1998 approda all’Eura Editoriale, iniziando con un contribuito al celebre Napoli Ground Zero con la serie Bancolotto. In seguito pubblica numerosi liberi e miniserie per Lanciostory e Skorpio. Negli anni successivi continua il sodalizio con i fumettisti Lorenzo Bartoli e Roberto Recchioni, lavorando su Detective Dante numero 2 e su Trapassati Inc., oltre che su John Doe. Nello stesso periodo realizza numerose copertine per Dago, Martin Hel e ancora Lanciostory e Skorpio. Nel 2006 la celebre Editor in Chief dell’etichetta Vertigo, Karen Berger nota i suoi lavori e gli affida la storica testata Hellblazer, per la quale realizza il numero 223. Nello stesso anno Roberto Recchioni lo chiama a lavorare alla miniserie Garrett (Edizioni Bd), per la quale realizza due episodi. Lavora in seguito alla testata Jonah Hex (DC comics) su testi di Jimmy Palmiotti e Justin Gray, e sulla testata House of Mistery (DC comics/Vertigo). Attualmente fa parte dello staff della serie Dragonero (Sergio Bonelli Editore).

Francesco D’Ippolito

Genovese, classe 1974, Francesco D’Ippolito 2002 lavora per la Walt Disney Company pubblicando decine e decine di storie, illustrazioni e copertine per “Topolino” e “PK – Pikappa”. Tra le sue storie più note ricordiamo quelle per le serie DoubleDuck e Donald Quest. Dal 2004 al 2006 ha collaborato con RedWhale realizzando diversi albi per il fumetto “Monster Allergy” e illustrazioni per “Geronimo Stilton”. Nel 2007 collabora alla realizzazione del film Winx disegnando gli studi di ambiente. Nel 2008 pubblica per Il Secolo XIX la striscia a fumetti Gatto Berio con testi di Sergio Badino. Nel 2011 come character designer ha realizzato la veste grafica del videogioco online “Cars 2: Double Mission”. Ha pubblicato anche su “Mono” (Tunuè) e “Milki” (Baldini Castoldi Dalai editore).

Federico Franzò

Genovese, Federico Franzò nei primi anni zero frequenta i primi corsi di fumetto professionali, sia disegno che sceneggiatura; partecipa a mostre e iniziative culturali varie nella sua città, collaborando con Regione, Provincia e comune di Genova; ottiene inoltre i suoi primi lavori per piccole case editrici locali, sia con illustrazioni che con tavole a fumetti.

Dal 2006 inchiostra per l’autore Disney Francesco D’Ippolito. Dal 2008 al 2012 realizza con Sergio Badino la serie “Mark & Thing” per la Deus Editore s.r.l. per il mensile “DM&C”. Pubblica nella rivista “Mono” per l’editrice Tunuè nel 2008 e nel 2010 su testi di Carlo Chendi. Dal 2011 collabora con RedWhale s.n.c. e Rainbow s.r.l. per la rivista a fumetti “Winx Club” e il suo spin off “Pop Pixie”. Dal 2012 inchiostra anche per l’autore Disney Vitale Mangiatordi. Dal 2014 al 2016 collabora con il sito “Verticalismi” e la app “Verticomics” con alcune strisce a fumetti. Sempre con RedWhale e per i Periodici San Paolo pubblica come disegnatore ne “Il Giornalino” per la serie “Cricky & Fril” nel 2014.

Approda a “Topolino” nel 2015 dopo il concorso per nuovi disegnatori dell’anno precedente, dove fa il suo esordio nel 2016. Nel 2017 è copertinista per la testata “Paper Sport”.

Fabrizio Galliccia

Ex allievo della Scuola Romana dei Fumetti esordisce su Heavy Bone Diabolus in Musica della NPE. Collabora con la Star Comics disegnando il numero 5 di The Secrets. Per l’Aurea Editoriale disegna i numeri 4, 16, 19 di John Doe, liberi ed episodi di Trapassati Inc. serializzati su Skorpio e Lancio Story. Sempre per l’Aurea Editoriale disegna le miniserie Axel Ardan e Diana Wicce di cui è coautore insieme a Giovanni Masi. Per la Noise Press realizza le copertine della miniserie Dead Blood. Dal 2015 è uno dei disegnatori della serie Dragonero della Sergio Bonelli Editore.
Parallelamente realizza storyboard e disegni di scena per pubblicità (De Longhi, Roncato, Sanpellegrino) e serie tv (Sorelle, Il paradiso delle signore, Suburra) e videoclip (Chiara-straordinario), film e cortometraggi.

Barbara Ghiotti

Imperiese, si affaccia molto timidamente al mondo del cosplay nel 2010 per poi buttarcisi con convinzione dal 2014. Figlia degli anni 80, i suoi cosplay spaziano dagli anime della sua infanzia e adolescenza (Galaxy Express, Occhi di gatto, Sailor Moon, Card Captor Sakura, per citarne alcuni), a quelli di film e videogiochi tra i quali Nina e Kazumi da Tekken, Ana Amari da Overwatch, la Wizard da Diablo 3 e Gamora dai Guardiani della Galassia. Solo nel 2018 vince vari titoli ai contest nazionali, tra cui “Miglior Assoluto” a Torino Comics e “Miglior Coppia” al Festival del Fumetto di Novegro. Nel “tempo libero” è art director in un’agenzia pubblicitaria a Torino.

Matteo Leonetti

Matteo Leonetti è un cantautore che sforna le sue produzioni su Youtube, è il creatore del brand “Anime Italian” che porta avanti dal 2016 con il suo canale Youtube!

AlbHey Longo

AlbHey Longo, classe 1993, ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Torino, dove ha iniziato a realizzare i suoi primi fumetti e a collaborare con varie autoproduzioni e progetti online. Ha collaborato con diverse fanzine e lavorato come grafico e illustratore. Ha pubblicato il suo primo fumetto “La quarta variazione” con BAO Publishing, oltre a collaborare a varie raccolte con l’etichetta indipendente Wilder. Attualmente è al lavoro sulla sua seconda fatica per BAO, in uscita a febbraio/marzo 2019.

Vitale Mangiatordi

Genovese, classe 1976, Vitale Mangiatordi entra alla Disney Italia nel 2003, per la quale esordisce nel luglio dello stesso anno sulle pagine di Topolino. Successivamente, collabora anche sulla rivista Pk – Pikappa. La sua collborazione con Topolino continua, portandolo a lavorare su alcune saghe molto amate dal pubblico, come DoubleDuck, Wizard of Mickey e Donald Quest. Su testo di Roberto Gagnor, contribuisce a creare il personagio di Brigittik.

Max HV Labs

Massimo inizia a fare cosplay nel 2013 dopo aver messo piede in una fiera del fumetto soltanto l’anno precedente; capisce da subito di voler far parte di quel mondo.

Appassionato per la costruzione di armature, tra il 2013 e il 2014 finisce la sua prima creazione, ovvero il costume di Ironman,
con cui si toglie parecchie soddisfazioni tra cui una vittoria al Torino Comics ed un’altra al Cartoomics 2014.

A causa dell’eccessiva scomodità e pesantezza del primo costume decide di provare molti altri materiali più facili da lavorare e leggeri.

Sul finire del 2016 decide di riprovare a realizzare un’altra armatura con le tecniche apprese in precedenza realizzando Tyrael, con cui vince Novegro 2017, Cartoomics 2017 e ottiene la sua più grande soddisfazione quale qualificarsi nella TOP 10 del contest Blizzard alla Gamescom in Germania.

Tutt’ora è al lavoro con un altro costume; sempre alla ricerca di altre tecniche di realizzazione perchè lo scopo di un maker è non sentirsi mai arrivati ma sempre
alla ricerca di nuove sfide costruttive, dove questo mondo , il mondo del cosplay, offre sempre nuovi stimoli per avanzare e migliorarsi.

Andrea Modugno

Genova 1978: da sempre appassionato di disegno comincia a “scarabocchiare” e a collezionare fumetti già da ragazzino.

Partecipa a vari corsi e concorsi, dove conosce autori e artisti del mondo del fumetto come Giovanni Bruzzo e Osvaldo Pavese che lo aiutano a fare un po’ di “gavetta”. Dal 2003 collabora con diversi Studi grafici per la realizzazione di copertine, illustrazioni e piccole strisce a fumetti sino al 2014. Per un caso fortuito conosce Alessio Lapo e grazie a lui riesce a fare il passo giusto per cominciare a lavorare nel mondo del fumetto.

Dal 2015 entra nel team dei disegnatori di Aurea edizioni dove realizza copertine e storie all’interno delle riviste a fumetti Lanciostory e Skorpio.

Sempre nello stesso periodo realizza un progetto con la Wombat edizioni: Aspera ( fumetti a tema di fantascienza) sotto i testi del grande Giorgio Pedrazzi.

Infine, ma più che altro…spera sia un grande inizio, nel 2017 assieme al suo “socio” Massimo Pini danno vita a Darek.

Il soggetto fantasy di Massimo si fa strada tra i loro pensieri e le sue matite, ma non è l’unico progettto al quale i due hanno cominciato a collaborare insieme
La rinata Pavesio Comics, sotto la guida di Gianni La Corte ha creduto in questo progetto e finalmente il numero 1 di Darek è tra le vostre mani.

Quasirosso

Giovanni Esposito, Illustratore e fumettista napoletano, classe ’92. Dopo il diploma frequenta l’Accademia di Belle Arti di Napoli e contemporaneamente inizia la sua carriera come illustratore, pubblicando su alcune riviste underground del panorama campano e collaborando con diverse agenzie del territorio. Nel freddo Novembre 2017 apre la pagina Facebook Quasirosso, dove pubblica fumetti e illustrazioni riscuotendo un discreto successo di pubblico. Attualmente lavora come Illustratore per diverse case editrici italiane ed estere.

Rebigo

Rebigo è uno studio di illustrazione, fumetto e grafica fondato a Genova da otto gagliardi illustratori. La loro attività si occupa di promuovere il linguaggio dell’immagine, sia tramite progetti a fumetti come Ciclismo epico (2016), Laika (2017) e Zanzine (2018), che tramite eventi e mostre come live painting e laboratori.

Rebigo è: Matteo Anselmo, Matilde Martinelli, Valeria Nieves, Alessandro Mato Parodi, Luca Tagliafico, Ste Tirasso, Silvia Venturi, Arianna Zuppello

Gabriele Rubbi

Gabriele Rubbi, torinese. Art director, musicista e cosplayer, ma non necessariamente in quest’ordine! Patito dell’universo Marvel, di Dragon Ball, del Kinder Pinguì (classico, non al cocco), è grande fanatico della cultura videoludica, da cui prende spunto per i suoi cosplay. Nel 2018 vince vari premi tra i quali “Miglior Assoluto” a Torino Comics e “Miglior Coppia” al Festival del Fumetto di Novegro con Commander Morrison e Ana Amari da Overwatch, in coppia con Barbara Ghiotti. Onorato di sedere per la prima volta in giuria a Genova Comics and Games 2018, è sicuro che sarà il suo voto a confermare o ribaltare il risultato.

Cosplay: Commander Morrison da Overwatch
PH: Pugoffka

Giovanni Talami

Lavagnese, classe 1971, frequenta la Scuola Chiavarese del Fumetto e inizia l’attività professionale a bottega da Renzo Calegari. In questo periodo collabora con la storica testata “Il Giornalino”. Dopo diversi progetti al di fuori del mondo del fumetto (prodotti multimediali per la Ferrero, cartoni animati, story-board per televisione e pubblicità, illustrazione. Successivamente inizia una collaborazione con Sergio Bonelli Editore, esordendo su “Nick Raider” ed entrando a far parte dello staff di “Magico Vento”. Diventa uno dei disegnatori regolari della serie “Morgan Lost” e “Morgan Lost: Dark Novels”. Recentemente ha anche illustrato la copertine del primo numero di “Darek”